Oreo Chocolate Brownies (di Lorraine Pascale)

Facendo anche un rapido giro per il mio blog si può benissimo capire che tipo di dolci mi piacciono….. ma finora non ho mai postato una ricetta di brownies. Perché? Beh, il perché è presto detto: credo che i brownies siano stati il mio “primo amore” con i dolci anglosassoni, ancora prima dei muffin. Mi ricordo di averli provati in un locale che ora non c’è più e venivano serviti tiepidi con del gelato alla vaniglia…….una vera goduria!!!!

DSC_0976

Ma purtroppo quello che si trova in giro sono solo delle insipide e stucchevoli imitazioni dei veri brownies, quindi pian piano ho smesso di cercarli e assaggiarli. Ma girando per Pinterest era un po’ che venivo bombardata di bellissime foto di brownies, soprattutto quelli agli Oreo.

DSC_0986

 

E quando ho visto la ricetta fatta da Lorraine Pascale, mi sono decisa a farli e non me ne sono certo pentita!!!! Sono dei pezzetti di paradiso al cioccolato super morbidi resi speciali dagli oreo che ogni tanto capitano sotto i denti.

Ingredienti per una teglia quadrata da 22×22 cm:

  • 200 gr di cioccolata
  • 165 gr di burro
  • 165 gr di zucchero di canna
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 cucchiaio di cacao
  • 2 cucchiai di farina 00 setacciata
  • 3 uova
  • 2 tuorli
  • 1 pizzico di sale
  • 100 gr di Oreo
  • zucchero a velo q.b.

Accendete il forno a 180° e foderate la teglia con della carta da forno.

Sciogliete il burro e il cioccolato tagliato a scaglie a bagnomaria. E lasciatelo raffreddare.

DSC_0940

Montate le uova e i tuorli con i semini del baccello di vaniglia nella planetaria alla massima velocità, ma non a lungo, basta che diventino spumose. Aggiungete le zucchero in due volte e montate il composto finché il composto diventa chiaro.

Togliete la ciotola della planetaria dalla macchina e aggiungete la farina, il cacao e il sale a lato, per non smontare le uova. Mescolate bene il burro e il cioccolato fuso e poi versatelo a filo sempre lungo il bordo della ciotola. Con una spatola di silicone cominciate a mescolare lentamente dal basso verso l’alto molto dolcemente. Quando il composto diventa scuro aggiungete anche metà dei biscotti rotti a pezzetti e continuate a mescolare. Anche se rimane qualche grumo non vi preoccupate, è normale. Versate il composto nella teglia.

Sbriciolate sopra gli altri biscotti e informate per 25/30 minuti.

DSC_0947

Siccome il dolce deve rimanere morbido al centro, meglio se controllate dopo 20 minuti se è cotto, lo stuzzicadenti deve uscire ancora un po’ umido. Togliete la teglia dal forno e lasciate raffreddare completamente il dolce nella teglia. A questo punto tagliatelo a cubetti.

DSC_0960

 

Se volete cospargete i brownies con lo zucchero a velo.

DSC_0973

 

Se volete fare una cosa super golosa, serviteli tiepidi con una pallina di gelato!!!

DSC_0978

 

Ps: se vi chiedete di chi sono quelle “dita” minuscole che si intravedono nella 5° foto, ovviamente sono quelle di quel nanetto di Lorenzo che voleva agguantare un pezzetto di brownies, mentre ero distratta dalle foto!!!

Poppy Seeds Citrus Cake (di California Bakery)

Va bene, non lo pubblicizzo molto, ma ormai è un po’ di tempo che sono a dieta….ma non una dieta finta, oppure quelle che ti abbuffi sono di proteine, no no una dieta abbastanza restrittiva solo con prodotti di stagione e senza diverse tipologie di alimenti (no latticini di nessun genere, no burro, no frumento). Quindi come lo mando avanti il blog?

Semplice: mangiano gli altri!!!!! Ma Marco non è proprio tanto d’accordo su questa cosa perché dice che mette su panza lui, quindi porto i dolci in ufficio, dove ho dei volenterosi tester che assaggiano le mie ricette.

Però non posso fare cose che vanno in frigo quindi devo fare cose semplici, ma con quel qualcosa in più e questa ricetta mi sembrava super adatta. Ho avuto ragione!!!

DSC_0801

La Poppy Seeds Citrus Cake è un dolce delicato, adatto per la colazione o per il tè, ma con una consistenza particolare dovuta ai semi di papavero, lo dovete assolutamente provare!!! La ricetta è del mio amatissimo libro “California Bakery” e praticamente non ho fatto nessuna modifica.

Ingredienti per uno stampo da 20-22 cm:

  • 225 gr di zucchero semolato
  • 280 gr di farina 00
  • 12 gr di lievito per dolci
  • 2 gr di sale
  • 135 ml di succo di arancia
  • la scorza grattugiata di un limone e mezzo bio
  • la scorza grattugiata di una arancia e mezzo bio
  • 135 ml di olio di girasole
  • 3 uova
  • 90 gr di semi di papavero

Per la salsa di arance:

  • 150 ml di succo d’arancia
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 100 ml di acqua

Accendete il forno a 170°.

Versate in una ciotola nell’ordine il succo di arancia, l’olio, le uova, lo zucchero, la farina, il sale, il lievito, i semi di papavero, le scorze di agrumi e mescolate solo alla fine.

Dovete amalgamare con la frusta a mano cercando di incorporare aria per far sviluppare il glutine per un minuto abbondante e poi continuate a mescolare energicamente pulendo ogni tanto le pareti della ciotola con una spatola in silicone. Dovete mescolare finché il composto è liscio e nastra (ovvero se alzate la frusta e il composto cola dovete riuscire a scrivere qualcosa sulla superficie del composto). Versate il tutto nello stampo da ciambella e cuocete per 30-35 minuti.

DSC_0802

Nel frattempo preparate la salsa si arance mettendo tutti gli ingredienti nel pentolino e facendo cuocere a fuoco basso e mescolando sempre finché non ottenete la densità che volete.

Quando il dolce è pronto (fate la verifica con uno stuzzicadenti) sfornatelo e fate dei fori con uno stuzzicadenti di quelli lunghi. Spennellate sui fori con la salsa alle arance lasciando che venga assorbita, ma tenetene un po’ da parte. Dopo una ventina di minuti togliete il dolce dallo stampo e spennellate anche la superficie con la salsa che vi è rimasta.

Devo dire che in ufficio l’hanno apprezzata tantissimo!!! E hanno richiesto la ricetta a gran voce, e quindi se qualcuno la prova, poi mi faccia sapere come è venuta.

Nota: secondo me la salsa all’arancia era troppa, anche togliendo un terzo degli ingredienti viene fuori abbastanza salsa per rendere il dolce appiccicoso e delizioso!!!

DSC_0806

 

 

 

 

 

Cupcakes ripieni al caramello con glassa al caramello salato

Qualche domenica fa ho avuto il piacere e l’onore di seguire un corso con nientepopodichè Luca Montersino, che ha fatto tre dolci spettacolari e buonissimi.

E ha realizzato una cosa che ho sempre pensato fosse difficilissima: il caramello. Va bene, fatto da lui sembrava la cosa più facile della terra….anzi tutto il dolce sembrava facile (una crostata con caramello,  con frusta caramellata e crema al caramello e cioccolato, per non parlare della decorazione al cioccolato e colorante alimentare oro….) quindi volevo rifarlo per il compleanno della sister e ho cercato gli ingredienti che mi servivano, ma amara delusione non sono riuscita a trovarne alcuni, quindi ho dovuto desistere.

Ma volevo qualcosa al caramello, visto che ormai lo “sapevo” fare. Quindi scartabellando scartabellando ho trovato questa ricetta in un libro mooooolto bello e mooooolto calorico, “I cupcakes di Lola”.

Ecco questo è il risultato finale

DSC_0798

Vi devo dire che la ricetta prevedeva la copertura di crema di burro, ma io non ero convinta, quindi ho fatto due tipi diversi di copertura: crema di burro e crema al mascarpone entrambi al caramello salato.

Quale sarà piaciuta di più?

Ingredienti per 12 cupcakes:

  • 250 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 125 gr di burro a cubetti ammorbidito
  • 185 gr di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 2 uova
  • 150 gr di finto latticello (75 gr di yogurt+75 ml di latte + 1 cucchiaino di succo di limone)

Ingredienti per la salsa al caramello per il ripieno:

  • 180 gr di zucchero semolato
  • 90 gr di burro
  • 120ml di panna fresca

Ingredienti per la glassa al burro: 

  • 125 gr di burro a cubetti ammorbidito
  • 2 cucchiai di salsa di caramello già pronta
  • 180 gr di zucchero a velo
  • 40 ml di latte
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la glassa al mascarpone:

  • 125 gr di mascarpone
  • 125 ml di panna fresca
  • 2 cucchiai di salsa al caramello già pronta
  • 3 cucchiai di zucchero a velo
  • un pizzico di sale

Riscaldare il forno a 180° e mettere i pirottini nella teglia.

Mettere in una ciotola la farina setacciata con il sale e il lievito. Sbattere con il frullino elettrico il burro con lo zucchero e la vaniglia finché il composto diventa chiaro e spumoso. Aggiungere un uovo alla volta e mescolare bene prima di aggiungere quello successivo. Incorporare la farina (in 3 volte) e il latticello (in 2 volte), alternandoli e mescolando bene dopo ogni aggiunta.

Suddividere il composto nei pirottini e cuocere per 25 minuti o finché non saranno ben lievitati e lo stuzzicadenti sarà pulito e asciutto se inserito nel cupcake. Fateli raffreddare del tutto prima di usarli.

Nel frattempo preparate la salsa al caramello, per farla ho usato i consigli di Montersino. Ho scelto una pentola dal fondo spesso e larga e con il fondo chiaro, visto che bisogna controllare il colore del caramello. Mettere nella pentola un po’ di zucchero e fare fondere a temperatura media, quando comincia a sciogliersi si può aggiungere altro zucchero e mescolare brevemente, solo per bagnare il nuovo zucchero. Se alla fine vi viene il panico perché ci sono un po’ di grumi, non vi agitate, semplicemente muovete lo zucchero nella pentola muovendo la pentola in modo che il caramello già fatto fonda il restante zucchero. Appena il caramello ha un bel colore biondo chiaro, togliere la pentola dal fuoco e aggiungere il burro e poi la panna facendo molta attenzione: non va versata tutta insieme in un colpo ma a filo e abbastanza lentamente, e mentre la state versando mescolate bene con una frusta. Lasciare raffreddare.

Prima di preparare la/le glassa/e vanno preparati i cupcakes scavandoli: io ho usato un nuovo attrezzo molto utile!!!

DSC_0779 DSC_0781DSC_0782 Questo attrezzo permette di fare fori larghi e profondi uguali (più o meno).Mi raccomando conservate i pezzi che togliete dal cupcakes (non mangiateveli tutti!!!)

Quando avete bucato tutti i cupcakes, procedete con il preparare le glasse.

Per la glassa al mascarpone mescolate la panna e il mascarpone con il frustino elettrico, aggiungete i due cucchiai di caramello e poi un pizzico di sale e mescolate bene: controllate che il gusto sia bilanciato (o aggiungete altro caramello/sale) e poi montate il composto finché è spumoso e compatto.

Per la glassa al burro, mettete il burro in una ciotola e sbattere con il frustino elettrico finché non diventa soffice e spumoso; quindi aggiungere il caramello e lo zucchero a velo e sbattere a velocità bassa e poi a poco a poco aggiungere anche il latte finché non sarà ben amalgamato. Aumentare la velocità al massimo e aggiungere il sale (e verificare se aggiungere caramello o altro sale) e finire di montare la crema.

Mettete entrambe le creme in una sac a poche.

Quindi assembliamo i cupcakes: mettete la salsa di caramello all’interno dei cupcakes (lasciatene un po’ per la decorazione) e non vi preoccupate se vi sembra tanta, verrà assorbita nell’impasto, la cosa importante è che la quantità sia simile per tutti i cupcakes.

DSC_0783

Chiudete poi i cupcakes con i pezzetti che avevate tolto e quindi ricomponete il cupcakes

DSC_0784

A questo punto decorate i cupcakes con la glassa e se volete poi mettete qualche scaglia di cioccolato e un po’ di caramello colato con il cucchiaino.

Questa è la variante con crema al mascarpone:

DSC_0787

Questa invece la variante con la crema di burro:

DSC_0790

Quindi dicevamo: qual’è quella che è piaciuta di più? La decisione è stata presa all’unanimità…..

………..and the winner is…………

DSC_0796

Eh sì, proprio lei, la crema di burro!!!!!!

Se anche voi volete fare questo test, poi fatemi sapere qual’è secondo voi il più buono!!!!!

Ah visto che questi cupcakes erano per il compleanno della Giada, mi sembrano dei degni concorrenti per il contest “La torta di compleanno” di Anna e Flavia anche se il contest è agli sgoccioli!!!

Con questa ricetta partecipo al contest “Happy Birthday Le Ricette di Anna e Flavia”:

contest 1st b-day_2

 

6 Aprile: ecco allora come vedete sopra con questa ricetta ho partecipato a questo contest e non ho vinto (ha vinto una torta super cioccolatosa) ma ho avuto una menzione speciale!!! sisisisisisisi!!! Sono super contenta della cosa, vi copio cosa hanno scritto Anna e Flavia:

….Prima di annunciarvi la ricetta vincitrice, volevamo ringraziare e mettere in evidenza 3 torte meravigliose che dunque meritano una menzione speciale:

E’ una bella soddisfazione, visto che ho pubblicato la ricetta 28 minuti dalla scadenza del contest!


 

 

 

 

Challah (la brioche newyorkese)

E’ un po’ che devo scrivere questo post, che è stato un esperimento riuscitissimo.

Volevo qualcosa di speciale per un brunch con i miei amici, avevo preparato questa Challah che è tipo pan brioche da usare poi come base per il french toast. E oltre a questa ricetta, avevo preparato una montagna di altre cose…..ma, ovvio che c’è un ma…….ma dopo aver cucinato tutto il sabato, la domenica mattina, che succede? Succede che mi ritrovo con nanetto ammalato e quindi ho rinviato tutto! E quindi mi è toccato surgelare tutto!!!

DSC_0711

Parliamo di questo esperimento: la Challah è un pane più o meno dolce che solitamente viene mangiato a colazione e dal nome potete intuire che è una ricetta ebrea. E vi devo dire che è buonissimo!!! Io l’ho mangiato così, in versione french toast (raccomandatissimo!!!) ma anche con della semplice e super calorica nocciolata ed è uno spettacolo!!!

Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti secchi:

  • 575 gr di farina 00
  • 1 bustina da 5 gr di lievito secco istantaneo
  • 55 gr di zucchero (ma se lo volete più dolce potete anche mettere 100 gr)
  • 1 cucchiaino di sale

Ingredienti umidi:

  • 140 ml di acqua tiepida
  • 2 uova medie
  • 2 tuorli
  • 40 ml di olio di oliva

Ingredienti per la finitura:

  • 1 cucchiaio di albume
  • 1 cucchiaino di zucchero

In una ciotola capiente mescolate gli ingredienti secchi. in un’altra ciotola mescolate gli ingredienti umidi. Unite gli ingredienti umidi a quelli secchi e lavorate l’impasto per circa 10 minuti con la planetaria (o 15-20 minuti a mano) fino ad ottenere un impasto elastico. Formate una palla e mettetela in una ciotola pulita e unto con un po’ d’olio e coprite con un po’ di pellicola. Lasciate lievitare l’impasto per circa un’ora e mezza (o finché raddoppia di volume) dentro al forno spento ma con luce accesa (se il forno è occupato, mettete la ciotola con l’impasto li vicino).

Quando l’impasto è pronto, suddividete l’impasto in 6 porzioni uguali (io le ho pesate) e con ogni porzione formate dei salsicciotti più o meno uguali lunghi circa 30 cm. Posizionateli sopra una teglia coperta con della carta da forno (o un tappetino in silicone come avevo io)

DSC_0695

 

Unite le estremità dei salsicciotti in questa maniera:

DSC_0696

E poi cominciate ad intrecciare i salsicciotti: pensate che ogni salsicciotto sia caratterizzato da una lettera quindi partendo dall’alto in senso orario abbiamo a. b. c. d. e. ed f. Ora prendete il salsicciotto a., che è il primo in senso orario e portatelo sopra f. (ovvero l’ultimo salsicciotto)

DSC_0697

E poi prendete f. e portatelo sopra b.

DSC_0698

 

A questo punto riprendete a. e spostatelo al centro tra c. e d.

DSC_0699

 

Ora spostate b. sopra e. e f. va al centro tra c. e a.

E si va avanti così spostando quelli più esterni dall’altra parte e poi in centro. Alla fine otterrete una treccia

DSC_0702

 

Cospargete la treccia di farina, copritela con la pellicola e fatela lievitare per almeno un’ora, finché avrà raddoppiato di nuovo il suo volume. A questo punto spennellate la treccia con l’albume mescolato con lo zucchero ed infornate a forno già caldo a 180° per 20-25 minuti.

DSC_0703

DSC_0709

la Challah è pronta quando è ben dorata e sentirete un profumo dolce ed invitante di pane!!!!

DSC_0710

 

Che vi sembra? non è forse invitante?!

Ma da dove mi è arrivata l’idea della Challah? ma dal bellissimo libro che ho ricevuto in regalo dalla mother e dalla sister, ovvero “New York ricette di culto” di Marc Grossman, che fa sempre libri strepitosi!

Mi sembrava tra l’altro la ricetta giusta per prendere parte alla bellissima iniziativa di Letizia, ed infatti con questa ricetta partecipo al contest “Un anno di colazioni: i Dolci Lievitati” di Letizia in Cucina in collaborazione con FIMOra.

Immagine1

 

 

 

 

Devil Food Cake (che buono!!!)

Era tantissimo tempo che volevo provare questo dolce, ogni volta che lo vedevo su qualche libro/blog dicevo: “Oh che meraviglia!” e finalmente mi sono decisa a farlo!

Lo avevo scelto per un brunch con gli amici, che poi è saltato causa nano ammalato, e loro sono rimasti così male per non averlo potuto assaggiare!!! Ma visto che è venuto uno spettacolo, penso che lo rifarò a breve, bilancia permettendo….

DSC_0732 nuovo

Ingredienti per la base:

  • 200 gr di burro morbido
  • 260 gr di zucchero semolato
  • 3 uova
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 80 gr di cacao amaro
  • 120 gr di farina 00 setacciata
  • 1/2 di cucchiaino di lievito
  • 1/4 di cucchiaino di sale fino
  • 45 ml di caffè forte
  • 1 cucchiaino di caffè solubile
  • 125 gr di yogurt greco

Ingredienti per la crema di farcitura:

  • 150 gr di mascarpone
  • 100 ml di panna fresca
  • 3 cucchiai di zucchero a velo

Ingredienti per la copertura:

  • 100 gr di Nocciolata
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 150 ml di panna fresca

Accendete il forno a 170° e imburrate e infarinate lo stampo (se serve).

Versate in una ciotola capiente la farina, il cacao, il lievito e il sale setacciati, e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno. In un bicchiere mescolate il caffè espresso e quello solubile e aggiungete l’estratto di vaniglia.

In un’altra ciotola mescolate con le fruste il burro e lo zucchero, finché il composto diventa chiaro e soffice; aggiungete un uovo alla volta, aspettando che l’uovo sia ben incorporato prima di passare a quello successivo. A questo punto prendete un cucchiaio di legno e aggiungete un terzo del composto di farina e incorporate bene, poi aggiungete metà dello yogurt e mescolate, poi un altro terzo di farina, amalgamate il tutto, poi lo yogurt, mescolate e finite con la farina rimasta. Come ultima cosa aggiungete l’infuso di caffè e mescolate bene il composto.

Versate il composto nello stampo e fate cuocere il dolce per 30 minuti a 170° e poi per altri 25 minuti a 160°. Controllate la cottura con uno stecchino e sfornate il dolce che deve raffreddarsi per almeno 20 minuti.

DSC_0719

Intanto preparate la copertura che ha bisogno di più tempo di raffreddamento. Tritate il cioccolato grossolanamente. Mettete un pentolino sul fuoco e fate quasi bollire la panna, togliete il pentolino da fuoco e aggiungete le scaglie di cioccolato e mescolate bene finché non si scioglie bene il cioccolato, ma delicatamente. Spostate il composto in un’altra ciotola e mettetelo in frigorifero e mescolatelo ogni 10 minuti in modo da controllare il processo di raffreddamento. Quando il composto avrà una consistenza “spalmabile” aggiungete la Nocciolata e mescolate bene il composto di cioccolato.

Mentre la cioccolata si raffredda, preparare la crema lavorando il mascarpone e la panna con lo zucchero a velo finché non avete una crema bella montata e soffice.

DSC_0724

Tagliate il dolce in due parti e farcitela con la crema al mascarpone. Poi spalmate con la crema di cioccolato tutto il dolce, facendo attenzione ad entrare anche nel buco dentro e coprendo bene la crema bianca.

DSC_0731

E poi lasciatevi tentare da questo peccato di gola al cioccolato!!!

DSC_0742

DSC_0735nuovo

 

E direi che questa era la ricetta giusta per un contest bellissimo e cioccolatoso per il compliblog di Pamela!!!

Infatti con questa ricetta partecipo al Contest ” A tutto Cioccolato” di Pamcakes.

A tutto Cioccolato

Muffin deliziosi

Eccomi con un’altra ricetta di muffin! Sì, ancora muffin ma questa volta pubblico una ricetta per un contest che mi ispira tantissimo, ovvero “Un anno di colazioni” di Letizia in Cucina che per il mese di febbraio fatalità ha come protagonista i muffin!!!!

muffin

Quindi come potevo non parteciparvi?!?!?!??

La ricetta con cui ho deciso di partecipare al contest, è FANTASTICA e l’ho presa da uno dei miei libri preferiti del momento: California Bakery.

Ingredienti per 6 muffin:

  • 120 ml di latte parzialmente scremato
  • 1 uovo sbattuto
  • 160 gr di farina 00 setacciata
  • 50 gr di zucchero di canna scuro (meglio Brown sugar se lo avete)
  • un cucchiaino e mezzo di lievito
  • 1 pizzico di sale fino
  • 60 gr di burro fuso
  • 1 mela Granny Smith tagliata a pezzettini abbastanza piccoli
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 50 gr di noci tritate grossolanamente

Per la decorazione:

  • 50 gr di zucchero di canna scuro
  • 1 cucchiaino di cannella

Preriscaldate il forno a 180°. Mettete i pirottini negli appositi stampi da muffin.

Mettete in una ciotola capiente le farine, lo zucchero, il sale, il lievito, la cannella, le noci tritate e mescolate bene. Aggiungete le mele e fate un giro veloce perché vengano ricoperte di farina. Fate un buco al centro del composto di farine, lasciando però sul fondo un leggero strato di farina. A questo punto aggiungete i 3 ingredienti liquidi: burro fuso, latte e l’uovo sbattuto. Amalgamate velocemente gli ingredienti con un cucchiaio di legno: non mescolate troppo, anche se vedete qualche grumo di farina (basta che non siano troppi o troppo grandi) non c’è problema.

A questo punto riempite i pirottini praticamente fino all’orlo e cospargeteli con lo zucchero precedentemente mescolato con la cannella.

DSC_0648

Infornateli per 20/25 minuti e lasciateli riposare 15/20 minuti prima di togliere i pirottini dagli stampini.

E buon appetito!!!!

DSC_0651

Vi ricordo che con questa ricetta partecipo al contest “Un anno di colazioni: i Muffins” di Letizia in Cucina in collaborazione con FIMOra.

ContestMuffins

Secondo me i muffin alle mele sono una cosa spettacolare, anche se non disdegno quelli al cioccolato, perchè sono aciduli e dolci allo stesso tempo. E a voi quali muffin piacciono? Fatemelo sapere!!!!

DSC_0659

Cupcakes alle arance, carote e zenzero

Questa volta ho realizzato dei cupcakes per una buona causa, anzi buonissima: la campagna AIRC  Le Arance della Salute sostenuta da La Cucina Italiana.

DSC_0689

Non potevo assolutamente non partecipare, ma mi sono dovuta un po’ arrangiare perché per cupcakes all’arancia non ci sono molte ricette (troppo salutari!!!) così mi sono ispirata a una buonissima centrifuga che avevo bevuto in un locale che era a base di carote, arance e zenzero.

Ingredienti per 12 cupcakes:

  • 175 gr di farina
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • un pizzico di sale
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 2 carote grandi (circa 180 gr pelate)
  • la buccia grattugiata di 2 arance
  • il succo filtrato di 1 arancia
  • 2 uova temperatura ambiente
  • 40 gr di noci tritate grossolanamente
  • 100 ml di olio di girasole
  • un pezzetto di zenzero fresco, circa 20 gr

Ingredienti per la glassa all’arancia:

  • una confezione di panna vegetale già zuccherata
  • il succo di mezza arancia
  • 1 cucchiaino di amido di mais

Accendete il forno a 180° e mettete i pirottini sulla teglia da muffin.

In una ciotola setacciate la farina, il lievito, il sale e il bicarbonato e mettete da parte. Grattugiate le carote abbastanza finemente, io ne ho fatte un po’ con la grattugia a fiammifero e un po’ con la grattugia normale; strizzate le carote in modo che perdano l’acqua che contengono e mettete da parte. Grattugiate lo zenzero nella grattugia per mela e togliete i filamenti, se ci sono, vi rimarrà un po’ di polpa e un po’ di succo, che intanto tenete da parte.

Sbattete le uova con lo zucchero nella planetaria finché il composto diventa denso e ha raddoppiato il suo volume. Quando il composto vi sembra pronto aggiungete l’olio e il succo d’arancia e mescolate. Quando il composto vi sembrerà abbastanza liscio, cambiate la frusta, mettete quella a foglia a K e cominciate ad aggiungere il composto di farina a cucchiaiate mescolando non troppo velocemente. Aggiungete le noci e lo zenzero. A questo punto vanno aggiunte le carote, ma prima dovete asciugarle un po’ con della carta assorbente. Mescolate giusto quello che serve per amalgamare il composto e riempite i pirottini.

Cuocete i cupcakes per 20/22 minuti. Quando saranno cotti, li dovrete sformare e lasciare raffreddare completamente.

DSC_0678

Nel frattempo va preparata la crema: in un pentolino stemperate l’amido di mais con un quarto della panna e il succo di arancia filtrato, mescolate bene e poi trasferite il composto sul fuoco. Dovete cuocere poco, finché inizia appena a bollire. A questo punto trasferite il composto in un contenitore a temperatura ambiente in modo da interrompere la cottura. Se per caso vi sembra troppo denso, aggiungete un pochino di panna, il composto dev’essere denso ma abbastanza liquido da poter essere aggiunto alla panna quando la andrete a montare. Lasciate raffreddare il tutto. Mentre preparate questa parte della crema, la restante panna va tenuta in frigo o in congelatore per essere poi montata meglio. Quando il composto con l’amido sarà freddo, cominciate a montare la panna nella planetaria. Appena la panna comincia a diventare spumosa, cominciate ad aggiungere il composto a filo continuando a montare la panna. Montatela finché non avrà la giusta consistenza.

A questo punto andiamo a decorare i cupcakes: se vi sono venuti a punta, tagliatela.

DSC_0679

Mettete poi la panna nella sac a poche e decorateli come più vi piace. Alla fine io ho aggiunto un po’ di buccia di arancia grattugiata grossolanamente.

DSC_0684

Vi assicuro che sembra di mangiare una nuvola che sa di arancia!

Avevo avuto diverse ispirazioni per il piatto da fare per l’AIRC….voi con che cosa avreste abbinato l’arancia: cioccolato? amaretto? cannella?

DSC_0684

Classic Lemon Cheesecake (con meringa)

Ecco qui una ricetta super golosa scoperta grazie a Re-cake!!!

DSC_0676

 

Questa cheesecake è venuta soffice come una nuvola e profumatissima al limone, quindi vi consiglio caldamente di fare anche voi la vostra Re-cake!!!

Io rispetto alla ricetta originale, ho fatto qualche modifica: la base l’ho fatta come faccio sempre per le cheesecake e ho sostituito la panna che non mi fa impazzire con la meringa, mi piaceva il contrasto tra farcia e copertura, due consistenze morbide ma completamente diverse.

Ah e ovviamente ho sostituito il philadelphia perché a me proprio non piace! Anzi normalmente non mangio le cheesecake proprio per questo motivo, ma da quando lo sostituisco col mascarpone non ho più problemi (purtroppo!) di questo tipo!

1512084_446539615474512_211274557_o

 

Ingredienti per la base:

  • 250 gr di biscotti Digestive
  • 40 gr di zucchero
  • 80 gr di burro fuso

Ingredienti per la farcitura:

  • 500 gr di ricotta
  • 250 gr di mascarpone
  • 4 uova medie temperatura ambiente
  • 280 gr di zucchero superfino
  • 80 ml di succo di limone
  • 2 cucchiai di buccia di limone grattuggiata
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1,5 cucchiai di maizena
  • 1,5 cucchiai di acqua

Ingredienti per la meringa:

  • 4 albumi
  • 80 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di maizena
  • 1/4 di cucchiaino di cremor tartaro
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di buccia di limone grattuggiato

Prepariamo la base:

Fondete il burro in un pentolino e mettete da parte. Nel frattempo sbriciolate grossolanamente i biscotti nel mixer e tritateli abbastanza finemente, poi versateli in una ciotola e aggiungete lo zucchero. Mescolate e aggiungete il burro fuso. Mescolate con una forchetta o con le mani finché il composto è tutto umido.

Prendete il vostro stampo, io ho usato uno da 20 perché volevo una cheesecake con bordi altissimi, ma con queste quantità potete usare anche uno stampo da 24 cm. Ho messo della carta da forno sul fondo e imburrato i lati.

Versate il composto in più volte: mettete qualche cucchiaio di composto sul fondo e poi stendete col dorso del cucchiaio; andate avanti così e fate il fondo della teglia, e poi andate a fare i bordi. Sempre aggiungendo l’imposto e pressando con il dorso del cucchiaio riuscirete ad arrivare fino in cima allo stampo. Un consiglio: cercate di non fare troppo spesso l’attacco tra il fondo e il bordo altrimenti si rompe quando tagliate la torta. Finito il composto di biscotto, mettete la teglia in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la farcitura. Accendete il forno a 160°. In una ciotola grande sbattete insieme con lo sbattitore elettrico la ricotta con il mascarpone, aggiungete lo zucchero, la buccia di limone e la vaniglia e mescolate bene. A parte sbattete le uova leggermente, non serve che diventino spumose e aggiungetele al composto, ma a questo punto mescolate con un cucchiaio di legno, le uova non si devono gonfiare (altrimenti come è successo a me, la torta diventa altissima ma poi si sgonfia perché ricotta e mascarpone pesano!) e  aggiungete il succo di limone.  Come ultima cosa aggiungete la maizena disciolta nell’acqua e mescolate bene. Versate la farcitura sulla base di biscotti e infornate la torta. Dovrà cuocere per un’ora e mezza circa, ma anche di più quindi tenetela sotto controllo. A circa 15 minuti dalla fine della cottura dovrà essere aggiunta la meringa quindi calcolate un i tempi. Diciamo che dopo un’oretta potete già cominciare a verificare la cheesecake.

Pere fare la meringa cominciate sciogliendo la maizena nell’acqua in un pentolino. Dopo circa un minuto cominciare a scaldare il pentolino a fuoco medio mescolando . Quando inizia a bollire togliere subito la teglia dal fuoco e lasciare raffreddare: il composto non dev’essere troppo solido, perché poi va incorporato a filo, quindi se per caso vi sembra troppo gelatinoso aggiungete un filino d’acqua e mescolate. In una terrina mescolate zucchero, sale e cremor tartaro. Cominciamo a sbattere gli albumi con la frusta elettrica: quando saranno appena spumosi cominciate ad aggiungere con delicatezza un cucchiaio alla volta il composto di zucchero/cremor tartaro/sale senza smettere di montare gli albumi. Finito con lo zucchero aggiungete la maizena disciolta a filo, sempre continuando a sbattere il composto. Dovete montare gli albumi a neve ben ferma, poi aggiungete dolcemente la scorza di limone e fate giusto un giro di frusta per non smontare il tutto.

A circa 15 minuti dalla fine della cottura (quindi la torta dovrebbe essere un po’ dorata ma non troppo e giusto un pochino tremolante) tirate fuori la torta dal forno, e in velocità decoratela con la meringa: consiglio di non usare sac a poche o siringhe, ma di stendere la meringa con un cucchiaio in modo non troppo perfetto, ma ricoprendo la superficie della torta. Rimettete la torta in forno e cuocete per altri 10/12 minuti, la meringa non si deve colorare troppo.

Questo è il risultato finale:

DSC_0666

Io ho aggiunto anche un pochino di zucchero a velo perché il tema del contest era il bianco!!!!

Per questa cheesecake mi sono ispirata alle classiche torte al limone americane (le lemon meringue pie) che appunto di solito hanno una copertura di soffice meringa…..mi sembrava un connubio azzeccato!!!

Ovviamente ho visto diverse reinterpretazioni di questa torta e molto le ho trovate interessanti, ma sono molto soddisfatta della mia re-cake!!!

DSC_0671

Che ne pensate, è venuta bene?

 

Mini Cupcakes Paradiso

Cupcakes Paradiso ovvero una piccola (o grande!) delizia al cioccolato ricoperti da una soffice crema di mascarpone!!!!

DSC_0504

 

Ho realizzato questi cupcakes per ben tre volte (un record per me!!!): una volta per provare la ricetta, una volta li ho portati al nido di Lorenzo per la festa di Natale e oggi per il mio compleanno.

Oggi e per la festa del nido ho optato per la versione mini perché più semplici da gestire…..e devo dire che hanno riscosso un gran successo, sia tra grandi che piccini.

Ingredienti per 18  cupcakes normali o 36 mini:

  • 35 gr di cacao amaro
  • 230 gr di burro a temperatura ambiente
  • 100 gr di zucchero
  • 2 uova temperatura ambiente
  • 190 gr di farina
  • 120 gr di panna acida o creme fraiche (o variante che vi spiegherò)
  • 1/2 cucchiaino di lievito
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/4 cucchiaino di sale
  • 250/300 gr di mascarpone
  • 4 cucchiai di zucchero a velo

DSC_0514

Accendete il forno a 180° in modalità statica. Mettete i pirottini nella teglia da muffin o mini muffin.

Sciogliere il cacao in mezzo bicchiere di acqua calda, mescolare bene e mettere da parte.

Mettete una ciotola resistente al calore su una pentola con poca acqua in ebollizione e sciogliete il burro e lo zucchero a bagno maria. Mentre si sta sciogliendo il burro, setacciate in una ciotola la farina, il sale, il lievito e il bicarbonato, e tenete tutto da parte.

Quando il burro è completamente sciolto, trasferite il composto nella ciotola della planetaria e lavorate il tutto per 4/5 minuti col frustino a velocità media. Se non avete la planetaria, non c’è problema, usate le fruste elettriche per almeno 5 minuti.

A questo punto aggiungete il cacao disciolto in acqua e mescolate bene. Aggiungete un uovo alla volta e mescolate bene prima di aggiungere quello successivo.

A questo punto se usate la planetaria cambiate frusta e mettete quella a K, se usate le fruste andate avanti con quelle. Unite al composto un terzo della farina e mescolate bene. Aggiungere poi metà della panna acida, mescolate, poi ancora un terzo di farina, mescolate, finite la panna acida e completate con la farina. Non mescolate troppo, solo in modo che il composto sia abbastanza omogeneo.

Se non avete la panna acida potete sostituire il tutto con: metà yogurt al naturale mescolato a metà panna liquida montata a cui aggiungete 1 cucchiaino di succo di limone. Quando dico metà, intendo metà della quantità di panna acida che vi serve (quindi se vi serve 120 gr di panna acida dovete usare 60 gr di yogurt, 60 gr di panna liquida che monterete più un cucchiaino di succo di limone).

Riempite i pirottini per 3/4 e infornate per 10/12 minuti per i mini cupcakes o 20 minuti per i cupcakes normali.

Far raffreddare completamente i cupcakes prima di decorarli con la crema di mascarpone.

Per preparare la crema al mascarpone montante con le fruste elettriche  il mascarpone e lo zucchero a velo finché il mascarpone si gonfia un po’ . Fate questa operazione solo poco prima di decorare i cupcakes (non lasciare fuori dal frigo la crema al mascarpone montata). Mettete la crema nella sac a poche e decorate a piacere i vostri dolcetti. Se volete potete decorare i cupcakes con delle codette di cioccolato.

DSC_0506

 

Che ne dite: volete provare un piccolo morso di Paradiso?!

Apple pie classica (alla Nonna Papera per intenderci)

Avete presente che in tutti i fumetti di Paperino c’è sempre Nonna Papera che prepara un dolce e lo mete fuori dalla finestra a raffreddare? Ecco qui la ricetta per farla!

DSC_0350

Quando ho visto la ricetta non ho potuto resistere ma non mi aspettavo che fosse proprio uguale, invece…. Ah in più è con pochi ingredienti, pochissimo zucchero e zeppa di mele! Quindi è quasi dietetica……

Ingredienti per una tortiera diametro 20 (se la volete alta alta, ma potete usare anche una da 24 e tirare di più la pasta):

  • 160 gr di burro freddo a pezzetti
  • 250 gr di farina 00 setacciata
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero semolato
  • 90 ml di acqua ghiacciata
  • 10 ml (o 2 cucchiaini) di aceto di mele

Ingredienti per il ripieno:

  • 4 Granny Smith medie
  • il succo di un limone
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 15 gr di cannella
  • 15 gr di farina 00 setacciata
  • mezzo cucchiaino di sale fino
  • 15 ml di latte

Ingredienti per la finitura:

  • 1 uovo leggermente sbattuto
  • 15 ml di latte
  • 1 cucchiaio abbondante di zucchero di canna

Prepariamo come prima cosa la pasta per la base della torta. Mettete l’acqua in frizzer finché non la dovrete usare. In una ciotola mescolate farina, zucchero e sale. Aggiungete il burro e con una forchetta cominciate a lavorare la pasta schiacciando il burro e mescolando (non dovete toccarla con le mani), si devono formare delle grosse briciole.

DSC_0368

A questo punto mescolate l’acqua con l’aceto e poi aggiungetela alle briciole, lavorate sempre con la forchetta, poi passate ad usare le punte delle dita: non dovete scaldare il burro, per questo dico che vanno usati solo i polpastrelli. Appena si è un po’ compattata, trasferite il composto sul piano da lavoro e lavoratelo velocemente con le mani per avere una pasta abbastanza liscia. A questo punto dividete il composto in due panetti di peso abbastanza simile, copriteli con della pellicola alimentare, schiacciateli leggermente e metteteli in frigo a riposare per almeno 30 minuti.

DSC_0370

Prepariamo il ripieno: affettate le mele sbucciate e senza torsolo e mettetele in un recipiente con il succo di limone, lo zucchero, la cannella, la farina, il sale e il latte. Mescolare bene e lasciare macerare per 30 minuti.

Accendete il forno a 200°. Foderate la tortiera con la carta da forno oppure usate una di quelle tortiere di alluminio usa e getta.

Prendete uno dei panetti e stendetelo con il mattarello: la pasta deve coprire anche i bordi della tortiera.

DSC_0372

Stendete anche l’altra pasta: anche in questo caso la misura del disco deve coprire anche i bordi della tortiera.

Aggiungete le mele: dovete lasciare un bordo di circa 1 cm/1cm e mezzo libero vicino al bordo della tortiera e le mele devono formare tipo una montagna al centro della torta.

Ricoprite la torta con la pasta stesa: aiutatevi arrotolando leggermente la pasta sul mattarello per portarla sopra la torta.

DSC_0376

Pressate la pasta lungo il bordo vuoto e poi piegate il bordo verso l’interno e con i rebbi della forchetta chiudete bene lungo tutto il bordo. Spennellate tutta la torta con l’uovo sbattuto con il latte e poi cospargete sopra lo zucchero di canna. Praticate 4 tagli tipo croce sulla sommità della torta (in modo che il vapore fuoriesca durante la cottura).

Cuocete il dolce per circa 40 minuti, la crosta dovrà essere bella dorata.

Sfornatela e attendete 10 minuti prima di trasferirla sulla griglia per completare il raffreddamento.

Secondo me questo è un dolce ideale da regalare, farete un gran bella figura!!!!

DSC_0381

Va beh, lo so, è un’altra torta di mele, l’ennesima torta di mele, ma secondo me le torte di mele non sono mai abbastanza!!!

Questa andrebbe accompagnata con della panna montata, ma ovviamente si andrebbero a vanificare le calorie risparmiate nel dolce!!!

Che altri accompagnamenti suggerireste???