Liberiamo una ricetta: Strudel di verdure

A gentile richiesta della mia amica Serena (di Salentinaincucina.wordpress.com) e di Noemi (sorella di Serena) la ricetta di uno dei miei cavalli di battaglia: lo strudel di verdure!

Questa è una mia reinterpretazione di una ricetta che tanto tempo fa avevo trovato su La Cucina Italiana che serviva per riutilizzare avanzi di arrosti……ma a casa mia non sappiamo cosa siano gli avanzi!!! Quindi la prima volta l’ho fatta con quello che avevo in frigo ed è venuto così buono che l’ho fatto più e più volte. Anzi quando per un po’ mi dimentico di questa ricetta, Marco mi chiede di cucinarlo, perché è salutare e da soddisfazione. Poi non so, io un po’ sono affezionata a questa ricetta perché la sento mia, non è semplicemente qualcosa che ho preso da qualche libro….

Comunque, bello è bello:

DSC_0693

Buono? Assolutamente sì!!!!

Ed è anche facile da fare, vedrete.

Ingredienti per 4 persone:

– un peperone grigliato e tagliato a falde

– fettine di melanzana grigliate q.b.

– fettine di una zucchina grigliata

– qualche fungo champignon tagliato a fettine

– 8/9 fette di formaggio edamer

– 1 confezione di pasta brisè

– 1 uovo sbattuto

Grigliate tutte le verdure, tranne i funghi che però laverete bene e taglierete a fettine. Se non avete voglia, potete anche comprare le verdure già grigliate al supermercato (mi raccomando non quelle surgelate), altrimenti la prossima volta che preparate della verdura alla griglia, e ve ne rimane un po’, utilizzatela per questo strudel.

Accendete il forno a 180°.

Stendete la pasta brisè e cominciate a comporre lo strudel: mettete le fettine di melanzana al centro della pasta, salate, poi mettete sopra il peperone, salate e mettete le fettine di formaggio a copertura delle verdure.

DSC_0686

Poi aggiungete le zucchine, salate, e poi mettete i funghi e quindi altre tre fettine di formaggio. Infine mettete melanzane, peperoni e i funghi, salando ogni strato di verdure tranne i funghi. Finite con il formaggio. Se non avete peperoni o zucchine, non importa, usate le verdure che vi sono rimaste, basta che non facciate più di uno strato della stessa verdura. Se non ne sono rimaste abbastanza per uno strato completo, non importa, mettetelo lo stesso. La cosa importante è che in questo strato non ci siano troppe verdure, ci deve essere comunque equilibrio con gli strati precedenti.

DSC_0685

A questo punto chiudete lo strudel, e poi giratelo aiutandovi con la carta da forno.

DSC_0687      DSC_0688

Spennellate lo strudel con l’uovo sbattuto e mettetelo in forno per 25 minuti.

Sfornatelo solo se è bello dorato (problemi di cottura non ce ne sono perché praticamente è quasi tutto già cotto).

Consiglio: preparatelo il giorno prima se potete, oppure almeno 30 minuti prima di servirlo, in questo modo le verdure si compattano meglio.

DSC_0695

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia.Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web.

Annunci

Sformatini di verdura

Avevo trovato su un giornale tutta una serie di ricette a base di verdura che mi avevano molto colpito e che volevo replicare, visto che in questa settimana stavamo cercando di depurarci un pò dopo i bagordi delle vacanze.

DSC_0264

Quindi avevo letto ben bene le ricette e avevo comprato gli ingredienti giusti…..peccato che poi al momento di andare a fare questo sformato mi sono accorta che avevo dimenticato alcuni ingredienti e soprattutto non avevo lo stampo giusto!!!!!

Alla fine ho fatto questi sformatini alla mia maniera e sono venuti buooniisssiimi!!!!!!

Ingredienti per 4 sformatini:

  • 1 peperone
  • 1 melanzana rotonda
  • 1 zucchina
  • 125 gr di spinacini da insalata
  • 200 gr di asiago grattuggiato grosso

Accendete il forno a 180°. Versate gli spinaci in una pentola dove avrete messo a bollire poca acqua con sale grosso, gli spinaci vanno scottati nell’acqua bollente in modo che tutti tocchino l’acqua e poi vanno scolati. Li lasciate raffreddare e li strizzate in modo che resti meno acqua possibile.

Tagliate la zucchina a fette per il verso lungo, tagliate il peperone a falde a seconda della forma del peperone, e tagliate la melanzana a fette di circa mezzo centimetro di spessore.

Grigliate le verdure su una piastra. Quando sono tutte pronte cominciate a preparare gli sformatini.

Io ho usato una teglia da muffin in silicone, ma vanno bene anche gli stampini in metallo, l’importante è che non siano troppo piccoli.

In due stampini mettete prima le zucchine in modo che facciano da base, poi mettete un po’ di asiago grattuggiato, poi una fettina di melanzane in modo da corpire il formaggio, poi ancora formaggio e poi una falda di peperone, e poi ancora melanzane e formaggio finchè non arrivate a livello dello stampino e chiudete con i lembi di zucchina che dovevano essere rimasti all’esterno dello stampo.

Negli altri due stampini mettete sul fondo una falda di peperone ed intorno le melanzane, poi mettete il formaggio, gli spinaci strizzati, il formaggio e poi melanzane e peperoni, alternandolo al formaggio finchè arrivate a livello dello stampino e chiudete o con melanzane o con il peperone a seconda di quello che avete a disposizione.

Mettete in forno per 15/20 minuti. Sfornate e servite caldi o tipiedi.

Note: io amo le verdure che ho usato, potete anche sceglierne delle altre se volete o ne avete altre in casa. State attenti solo all’equilibrio dei sapori: l’asiago è saporito e si accosta bene a sapori intensi ma non troppo.

 

Peperoni super appetitosi

Ah i peperoni!!! Io li mangerei sempre, secondo me stanno bene con tutto: dalla pizza, alla pasta, alla carne, sia crudi che cotti, spadellati oppure al forno…..i peperoni sono una vera delizia!!! E per fortuna li digerisco senza problemi.

DSC_1069

Questa ricetta l’ho trovata su “Cucina italiana” di agosto 2013, ma l’ho rivisitata un pochino, visto che non avevo proprio tutto e in vista delle vacanze sto cercando di svuotare il frigo.

Ingredienti per due persone:

  • un peperone rosso
  • un peperone giallo
  • un cipollotto (io ne avevo uno di Tropea)
  • 15/20 olive verdi snocciolate
  • 10 gr di erbe aromatiche secche miste (timo, rosmarino, origano, basilico, etc.)
  • 2 cucchiai di formaggio grana grattuggiato
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 2/3 fette di pane casereccio (o altro pane non troppo morbido)
  • sale e pepe

Per prima cosa tagliate il cipollotto più sottile che potete ma lasciandolo a rondelle e i peperoni a pezzettini abbastanza piccoli (ma non minuscoli) .

Cominciate a cuocere il cipollotto in una padella con due cucchiai di olio.

Dopo 2/3 minuti aggiungete i peperoni e saltateli a fuoco vivo per 4/5 minuti. Passato questo tempo aggiungete le olive che avrete tagliato in 2/3 pezzettini. Fate cuocere finchè ritenete che i peperoni abbiano la consistenza che più vi piace e aggiustate di sale e pepe.

Mentre le verdure si cuociono, dovrete preparare il pane: prima va tagliato a pezzettoni e poi ridotto a grosse briciole. Anche il pane va saltato in padella con gli altri 2 cucchiai di olio e le erbe aromatiche finchè il pane diventa abbastanza croccante.

A questo punto (peperoni praticamente pronti e pane pronto) aggiungete metà del pane alle verdure insieme al grana e mescolate bene per un minuto.

Suddividere le verdure nei due piatti e aggiungere il restante pane sopra. Può essere servito caldo o anche tiepido.

Note: è un piatto ancora più veloce da fare se vi preparate prima tutti gli ingredienti puliti e tagliati perchè i tempi di cottuna sono abbastanza ridotti.

Fagiolini saltati ai pomodorini

Ricetta gustosa e adattissima al periodo estivo, che può essere gustata anche tiepida.

E’ molto più buona dei soliti fagiolini lessi e ci mettete poco più tempo.

Purtroppo per ora non ho la foto, perchè oggi ho cucinato di super fretta e non ho fatto un impiattamento che potesse essere fotografato…. ma quando li rifarò, aggiungerò la foto.

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr di fagiolini
  • 100 gr di pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai abbondanti di olio d’oliva
  • sale e pepe

Mondate i fagiolini (ovvero togliete le estremità), lavateli e poi bolliteli in abbondante acqua salata.

Non li dovete cuocere troppo, devono essere morbidi ma ancora croccanti. Se volete, li potete anche cuocere a vapore.

Mentre i fagiolini cuociono, mettete l’olio in una padella ampia, aggiungete i pomodorini tagliati a metà o in quattro pezzi, a seconda di quanto sono grandi e lo spicchio di aglio.

Quando i fagiolini sono pronti, scolateli e cominciate a cucinare i pomodorini; cuoceteli per circa 3/4 minuti, poi aggiungete i fagiolini sgocciolati.

Cuocete per almeno 5 minuti, aggiustate di pepe e sale, mescolate bene, e cuocete altri 2 minuti.

Note: se avete poco tempo, cominciate a cuocere i pomodorini mentre i fagiolini stanno bollendo e poi eventualmente spegnete il fuoco della padella.